Follow Me

Close
Fabio Zago By
Napoli, grande capitale europea, spagnola e francese, popolare e unica, miseria e nobiltà, drammatica e vitale, ha segnato, con alcuni capolavori diffusi in ogni angolo del mondo, la gastronomia italiana. Gli spaghetti e la pizza, conditi con il pomodoro si affermano alla fine dell’Ottocento e potrebbero bastare pe riconoscere Napoli come capitale della cucina italiana. […]
Continue Reading
Fabio Zago By
E’ una terra prevalentemente montuosa con una bella e fertile pianura, il Metaponto e uno sbocco sul mar Ionio. Anticamente si chiamava Lucania, nome del suo antico popolo, i lucani, dall’antica locuzione lucus e cioè bosco. Il paesaggio è ancora oggi aspro e rurale; le specialità gastronomiche di questa terra lo sono altrettanto. Cucina semplice […]
Continue Reading
Fabio Zago By
Nell’isola ci sono tutti gli influssi della cucina del mediterraneo; olio, grano, vite, sale. Le interpretazioni della cucina araba e poi di quella contadina e povera, di quella opulenta della grande aristocrazia europea. Interpretazioni collettive ed individuali delle arti culinarie di popoli diversi. La pasta e il riso in Europa cominciano davvero qui in Sicilia, […]
Continue Reading
Fabio Zago By
Eravamo un paese di santi, poeti e navigatori. In televisione sembriamo soprattutto un paese di cantanti, calciatori e veline e ora, ahimè, anche di cuochi. Intendiamoci; ci vorrei andare anch’io. È, evidentemente, un forte e, oserei dire, con cautela,  un onesto sentimento di frustrazione e impotenza, condizioni anche queste piuttosto diffuse nel nostro stanco Paese. […]
Continue Reading
Fabio Zago By
Ci sono piatti che sembrano soltanto nostri, preparati per noi soltanto, ognuno indivisibile, unico irripetibile. Una forma di egoismo del cibo. Ci sono piatti che ci dividiamo, ma in effetti, ognuno di noi, basti pensare a della carne arrosto, piatto principale e mitico, ne prende un pezzo spesso diverso dall’altro. E alla fine c’è la minestra che si “amministra”, si condivide.
Continue Reading