Follow Me

Close

Puoi scriverci a questo indirizzo: info@unaricettalgiorno.it

Se vuoi che sviluppiamo insieme progetti di marketing: mktg@unaricettalgiorno.it

Unaricettalgiorno è un lavoro di gruppo. Nasce dall’esigenza di prendere meno sul serio il mondo del cibo, ma non per questo spiegandolo meno seriamente, anzi. Costruito da professionalità diverse ma molto affiatate, è la nuova frontiera del magazine web di qualità. Unaricettalgiorno è creato ogni giorno per te da:

Anna - Direttore


Cuore in cucina e testa nel web. L’imperativo è categorico: più cibo, meno food.”

11647369_10206902830034754_1090687808_nAnna Prandoni ha 41 anni e un marito molto paziente. Abita orgogliosamente a Busto Arsizio, nonostante il lavoro la porti spesso lontano. Mentre cercava di finire Scienze Politiche e scriveva per i giornali locali, ha incontrato La Cucina Italiana dove è rimasta per 15 meravigliosi anni, prima come direttore della Scuola, poi come Web Editor e infine come Direttore responsabile e Brand Director. Ispettore per la guida de L’Espresso, ha scritto itinerari golosi per le pagine lombarde del Corriere della sera. Oggi dirige l’Accademia Gualtiero Marchesi, dirige la testata giornalistica ilpaninoitaliano.org e la sua versione cartacea, ha fondato la startup di food delivery iCestini ed è la mente e il braccio (armato di forchetta!) del progetto digitale Unaricettalgiorno.it E’ Ambassador di WE-Women for Expo e insieme a due amiche ha fondato MilanoSecrets, magazine on line e libro-guida che racconta i luoghi insoliti del capoluogo lombardo. Dopo 36 libri di ricette editi in Italia, ad ottobre 2015 uscirà per Quarry books il suo primo libro di cucina italiana per bambini americani, in lingua inglese, ‘Kids cook italian’. Non vive senza il suo amato twitter dove scrive come @panna975
www.annaprandoni.it anna@annaprandoni.it

Fabio - Chef e consulente gastronomico


Amo pensare che dove finiscono le mie mani debbano in qualche modo iniziare i miei ravioli di patate e foie gras

Fabio Zago, docente dell’Accademia Gualtiero Marchesi, è il consulente gastronomico di unaricettalgiorno.
Presta la sua consulenza gastronomica per riviste di settore e per numerose aziende agroalimentari.
E’ autore di testi scolastici adottati in diversi Istituti Alberghieri italiani e di numerosi libri di cucina per il grande pubblico: “Rapida Mente buoni”, “La cucina wok”, “I sapori della cucina tex mex”, “I sapori della cucina araba”, “Cucina ok a basso prezzo”, “La buona cucina vegetariana”, “Il piatto in un bicchiere”. E’ autore e curatore di una collana di cucina dietetica: “La buona cucina in gravidanza”, “La buona cucina disintossicante”, “La buona cucina senza latte”, “La buona cucina con le fibre”. Già durante gli anni di formazione all’Istituto Alberghiero ha iniziato a viaggiare per il mondo alla scoperta di realtà gastronomiche e culturali diverse dalla sua. Gli Stati Uniti, Londra e Parigi sono state le tappe fondamentali della sua crescita e gli hanno lasciato un’impronta cosmopolita, ma al contempo hanno radicato in lui la convinzione che quella mediterranea è la miglior cucina possibile.
E’ stato Direttore Didattico della Scuola de La Cucina Italiana per oltre 20 anni.
Ha lavorato presso prestigiose realtà nel mondo, fra cui:
La Cucina Italiana web e carta

Hotel Excelsior, Cras Montana (CH)
Centro enogastronomico Altopalato, Milano
Excelsior restaurant, Beverly Hills, California (USA)
Café Royal restaurant, Londra (UK)
Forte Hotel Village, S.ta Mangherita di Pula
Oltre ad aiutarci in cucina e a suggerirci ricette, firma i suoi spigolosi post sul blog ‘Opinioni personali

Manu - Webmaster e social media manager


manuWeb e html sono il suo pane quotidiano : è il nostro web master e inserire on line tutto ciò che creiamo è la sua ambizione più forte.
Socia fondatrice di MilanoSecrets.it e del progetto di community gathering Mypotluck.it è un’inguaribile ottimista e una compratrice compulsiva di gioiellini invisibili ma meravigliosi e di magliette a righe. Adora i luoghi dove si sta come a casa, dove è invece inutile che la cerchiate. Non la trovereste mai.

 

 

 

Dani - redazione gastronomica


Schermata 2015-07-15 alle 17.25.32Daniela Guaiti, autrice instancabile di manuali di cucina, ha fatto della divulgazione gastronomica la sua missione nella vita. Ha scritto libri su quasi tutto quello che ha a che fare con il cibo: la cucina tradizionale italiana (18 volumi di Grande cucina Regionale) e quella etnica (Sushi, I sapori della cucina spagnola), la cucina d’autore (Le Carni, Sapori e profumi nella cucina di 12 grandi chef) e quella dietetica, senza dimenticare i prodotti tipici (1000 sapori da gustare nella vita), il vino (I grandi libri del vino) e la birra. Tantissimi libri, con diversi editori, da Gribaudo a Giunti, da De’ Vecchi a Rizzoli, ma anche giornali: prima La Cucina del Corriere della Sera, e adesso La Cucina Italiana. Perché oltre al cibo, nella sua testa c’è la scrittura. Si è laureata in Letteratura Greca alla Statale di Milano, ma subito ha capito che non ci sarebbe stata un’altra via possibile: tra la letteratura e le ricette ha sposato queste ultime, senza se e senza ma. Anzi, un ‘ma’ c’è: ma non prendiamoci troppo sul serio!
“Due donne ci hanno dato i primi esempi di golosità: Eva mangiando una mela in Paradiso; Proserpina, mangiando una melagrana negli Inferi”.
A. Dumas

Simona - redazione gastronomica


Simona Parini è nata nel 1970 a Busto Arsizio, città citata come “non luogo” in film, canzoni e romanzi. Porterebbe su un’isola deserta le lettere ricevute quando ancora si usava scriverle. Ha visto e rivisto Colazione da Tiffany e, da reazionaria, è convinta che non ci siano più i film di una volta. Quando è nervosa, quindi spesso, canta hit italiane degli anni Cinquanta. Scrive di comunicazione, lifestyle e turismo e nella top ten delle mete più romantiche del mondo mette un borgo ligure salvato da un polpo, a poche centinaia di chilometri da Milano. Sogna di trasferirsi lì.

Sara - redazione gastronomica


IMG-20150304-WA0017
Sara Zoppi, 23 anni, milanese per scelta e ligure di nascita si è avvicinata al mondo della cucina durante la stesura della sua tesi di laurea: “La Tavola dei Buongustai. Una rubrica di “La Cucina Italiana”, dal 1929 al 1933″. mondo del quale si è appassionata e che non vuole più lasciare, nonostante i numerosi impegni. Dopo un Master in Conunicazione e Media Digitali presso la Business School de Il Sole 24 ore, si occupa di relazioni esterne nella sede italiana di Airbnb.

Clelia - cuoca e pasticcera


clelia_defClelia Carrara, cuoca e pasticcera, è ostinatamente sicula in una città ostinatamente milanese. Dopo numerose esperienze nelle cucine dei ristoranti meneghini è approdata a La Cucina Italiana, dove per tanti anni ha tenuto a bada schiere di chef nella scuola di cucina. Celeberrima per i suoi cannoli e per la ‘scafazzata’, ha servito migliaia di pranzi a migliaia di persone affamate e desiderose di conoscere la sua abilità ai fornelli. Oggi è una libera professionista, mamma di Emma, cuoca a domicilio e insegnante per milanesi imbruttiti in cucina.

Ezio - giornalista, addetto stampa e video maker


Ezio Zigliani è giornalista dal 2000, con la testa e il cuore immersi nel mondo della comunicazione per il settore food&beverage. Dopo esperienze in agenzie di comunicazione e redazionali a Italia a Tavola, Food&Beverage, MyChef.tv e ZedMag.it è oggi addetto stampa e consulente aziendale a tempo pieno. Ripone grande attenzione agli strumenti tecnologici che gli permettono di raccontare, attraverso le immagini, le situazioni o i momenti più particolari della propria vita professionale. Così dalla fotografia è approdato ai videoreportage: semplici e brevi storie, amatorialmente assemblate, ma a volte capaci di emozionare.

Inutile dire che Ezio è grande appassionato di cucina. Ama il giardinaggio e il fitness. Soffre di shopping compulsivo quando si trova davanti a prodotti enogastronomici introvabili.

Roberto - redazione gastronomica


image-28-04-16-11-40Impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante “flâneur”, almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare, alle arti visive, alla lirica e alla lettura dell’opera omnia di Balzac. Restando coi piedi per terra coltivo queste attività come passioni personali, quando posso, nel tempo libero. Scrivo di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore, credo siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove.