Fabio Zago By

Toscana


La Toscana è certamente una delle regioni più famose , anche grazie alla sua consolidata capacità di collegare la sua storia, le sue tradizioni, la bellezza dei suoi paesaggi e la qualità della sua enogastronomia.

Un mix straordinario,  un vero “Italian style life”, conosciuto e amato in tutto il mondo.

Un pranzo ideale in Toscana comincia con pane e olio, con crostini ricoperti di patè di frattaglie e bruschette di vario genere.

Tra i primi dominano le zuppe; di fagioli, di cavolo, di pomodoro, di cereali.

Mentre la pasta, salvo rari casi, come le pappardelle al ragù di lepre o altra cacciagione, i testaroli e i pici, non trova largo spazio.

Qui la carne, di qualità straordinaria come la chianina, è molto apprezzata e, ovviamente, la “fiorentina” ne è il simbolo.

Certo esiste una ottima cucina costiera, i cui simboli sono il cacciucco e le triglie alla livornese.

Infine i dolci; il panforte, i cantucci lo zuccotto.

 

L’agnello di Zeri

 

Zeri è un piccolo comune della Lunigiana, territorio a ridosso degli Appennini, tra Toscana, Liguria ed Emilia.

Il paese è diventato famoso per la qualità delle carni ovine che vi sono allevate. E’ una vera e propria razza quella zerasca, eccezionale per il microclima e le specie foraggere fresche che vi si trovano.

Nel 2001 è stato costituito un Consorzio di tutela; il disciplinare molto severo e l’entusiasmo dei giovani del luogo hanno decretato il successo della carne di agnello ed ora anche dei prodotti caseari.

L’impegno nella valorizzazione dell’intera filiera ha portato anche alla produzione di un particolare tessuto, la “mezzalana” un tempo tipico della Lunigiana, costituito da un ordito di canapa e trama in lana.

 

Fabio Zago
Fabio Zago
About me

Fabio Zago, docente dell’Accademia Gualtiero Marchesi, è il consuente gastronomico di unaricettalgiorno. Presta la sua consulenza gastronomica per riviste di settore ed è consulente gastronomico per numerose aziende agroalimentari. E’ autore di testi scolastici adottati in diversi Istituti Alberghieri italiani e di numerosi libri di cucina per il grande pubblico: “Rapida Mente buoni”, “La cucina wok”, “Mousse paté e terrine”, “I sapori della cucina tex mex”, “I sapori della cucina araba”, “Cucina ok a basso prezzo”, “La buona cucina vegetariana”, “Il piatto in un bicchiere”. E’ autore e curatore di una collana di cucina dietetica: “La buona cucina in gravidanza”, “La buona cucina disintossicante”, “La buona cucina senza latte”, “La buona cucina con le fibre”. Già durante gli anni di formazione all’Istituto Alberghiero ha iniziato a viaggiare per il mondo alla scoperta di realtà gastronomiche e culturali diverse dalla sua. Gli Stati Uniti, Londra e Parigi sono state le tappe fondamentali della sua crescita e gli hanno lasciato un’impronta cosmopolita, ma al contempo hanno radicato in lui la convinzione che quella mediterranea è la miglior cucina possibile. E’ stato Direttore Didattico della Scuola de La Cucina Italiana per oltre 20 anni. Ha lavorato presso prestigiose realtà nel mondo, fra cui: Hotel Excelsior, Cras Montana (CH) Centro enogastronomico Altopalato, Milano Excelsior restaurant, Beverly Hills, California (USA) Café Royal restaurant, Londra (UK) Forte Hotel Village, S.ta Mangherita di Pula La Cucina Italiana web e carta Oltre ad aiutarci in cucina e a suggerirci ricette, firma i suoi spigolosi post sul blog

YOU MIGHT ALSO LIKE

Assaggi 21_09
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
September 21, 2018
Molise
Molise
August 28, 2018
Marche
Marche
August 28, 2018

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *