Dani By

Capodanno in rosso


È il colore delle feste. Addobbi natalizi, ghirlande, decorazioni, centro tavola, tutto si veste di rosso, anche noi! Indossare almeno un capo rosso è scaramanzia tassativa a Capodanno: simbolo di regalità e di prosperità, è il colore portafortuna per eccellenza.
E perché non versare un po’ di questa fortuna anche nel bicchiere?
Certo, quando si pensa alle feste si pensa alle bollicine. Ma il rosso porta con sé un’ondata di calore che rende ancora più intensa la voglia di stare insieme e di scambiarsi auguri.
E accompagna perfettamente le portate tipiche di questi giorni, dagli affettati alle paste ripiene- fino al classico dei classici: il cotechino (o lo zampone) con le lenticchie.
Si possono scegliere bottiglie di gran pregio, vini “illustri”, spesso importanti anche dal punto di vista economico: un regalo in più da concedersi in questi giorni speciali.
Oppure si può scegliere un brindisi meno impegnativo ma non meno buono: la qualità non è sempre direttamente proporzionale al prezzo! Si possono portare in tavola rossi invecchiati o giovani, “nostrani” o stranieri, fermi o mossi, per non rinunciare a un minimo di “effervescenza”.
In ogni caso, quello che conta è condividere la bottiglia scelta con chi più amiamo, per chiudere il 2016 senza rimpianti e iniziare l’anno nuovo in bellezza!

 

9-torriani-2009Torriani
Merlot Doc Collio 2009
Varietà: 100% Merlot
Denominazione: Collio
Zona: Capriva del Friuli
Età del vigneto: Impiantato nel 1995
Composizione del Suolo: Ponca costituita da marne e arenarie
Sistema di Allevamento: Guyot
Produzione Uva: 50 quintali per ettaro
Densità Impianto: 6.000 piante per ettaro
Conduzione del Vigneto: Inerbimento controllato con lavorazione sulla fila
Produzione 2700 bottiglie e 150 Magnum
Andamento Climatico 2009: Andamento costante e normale fino al mese di giugno. I mesi di luglio e agosto hanno avuto temperature medie elevate rispetto alla media con clima particolarmente asciutto
Periodo di Vendemmia: Uve vendemmiate a mano nella prima decade di ottobre con uve molto mature
Vinificazione: Fermentazione senza raspi e vinaccioli svolta a 28° circa. Macerazione di 15/20 giorni e malolattica svolta in vasche di acciaio. Il vino messo nelle barriques (Neveres, Allier e Tronçais a tostatura media) ha riposato nel bunker del Castello di Spessa a 15 metri sottoterra per 24 mesi. L’assemblaggio delle barriques è avvenuto in vasche inox. Imbottigliato senza filtrazione, per preservarne l’integrità, è stato quindi affinato in bottiglia per ulteriori 12 nelle cantine del Castello mesi prima di essere messo in commercio
Il Vino: Colore rosso rubino brillante e, sfumature rosso granato. La prima olfazione consente di percepire aromi di ciliegia e lampone, di fragole, di prugna, rosa appassita e geranio. Aromi terziari conferiti dalla maturazione in legno, in particolare vaniglia, liquirizia e cacao di liquirizia, vaniglia, tabacco, cioccolato, cuoio, pepe e macis. Si noti come la freschezza nell’attacco di questo vino sia piuttosto percettibile, tuttavia ben equilibrata, Si noti anche l’apprezzabile astringenza, conferita anche dalla maturazione in botte
Abbinamenti: Si abbina egregiamente con carni rosse brasate, con formaggi di medio e lungo invecchiamento
Abbinamenti: Nel lontano settembre 1773 giunse al Castello di Spessa Giacomo Casanova, vi rimase per completare l’Istoria delle turbolenze della Polonia, opera che pubblicò a Gorizia l’anno successivo presso l’editore Valerio de Valeri
barolo

Barolo Cavallotto Riserva Bricco Boschis Vigna San Giuseppe
Vigneto: Cru Bricco Boschis – Nebbiolo da Barolo 100% proveniente dalla vigna San Giuseppe.
Esposizione: Sud-Ovest
Superficie: Ha 3.77.99, 18.889 viti allevate a sistema Gujot classico
Caratteristiche del vino
Vinificazione: con lieviti naturali, macerazione a cappello semisommerso di 22-38gg.
Invecchiamento: tradizionale in botti di rovere di Slavonia da 4 a 5 anni.
Affinamento:in bottiglia di un anno.
Caratteristiche organolettiche: da questo cru si ottengono Barolo di grande struttura ma con eleganza e complessità. Profumi inizialmente fruttati poi floreali poi speziati, aperti e intensi. Generalmente di eccezionale attitudine all’invecchiamento.
Abbinamenti gastronomici: carni rosse in genere, pesce crostacei grigliati o crudi, carni bianche grigliate, formaggi a grana dura o stagionati, cioccolato, da meditazione.
Breve storia dell’azienda
La cantina, nata ufficialmente nel 1948, i vigneti di proprietà e la tenuta sono il cuore pulsante del lavoro della famiglia Cavallotto che cura personalmente ogni passaggio, dalla vigna alla cantina. 24 ettari che racchiudono una storia che risale al XVIII secolo: il Bricco Boschis, già Monte della Guardia, era di proprietà della contessa Juliette Colbert. L’attuale nome è però dovuto a Giuseppe Boschis che ne curava i lavori nelle vigne e che ereditò della contessa gran parte di esse.
Questo vino è disponibile per l’acquisto e la mescita da Bicerìn Milano in via Panfilo Castaldi 24.
schermata-2016-12-28-a-16-31-05

PENFOLDS – BIN 128 COONAWARRA
MAGILL – NURIOOTPA – SOUTH AUSTRALIA
SHIRAZ
SOTTOZONA: Coonawarra
VITIGNO: Shiraz
COLORE: Rosso intenso con tonalità mattone
PROFUMO: Aromi di pepe, spezie e liquirizia nera con alcune note floreali, sentori tipici del clima temperato. A complemento lievi note di quercia francese, retrogusto di cedro/carbone e frutti di bosco a bacca piccola.
SAPORE: Vino raffinato e compatto, intenso in bocca con una gradevole texture e delicatamente tannico con una buona persistenza. Ricco e ben bilanciato, esprime sentori di bacche, eleganti note di quercia e una vivace acidità.
ABBINAMENTO: Ideale abbinato a manzo, anatra, selvaggina ed agnello
NOTE: Presentato per la prima volta con l’annata 1962, è un vino che esprime tutto il carattere della propria zona di origine; riflette infatti le condizioni ambientali tipiche del prestigioso distretto di Coonawarra abbinate all’eleganza dello Shiraz, originario delle aree temperate. Dall’annata 1980 in poi il legno francese ha gradualmente sostituito quello americano (l’affinamento è di 12 mesi, il 20% in botti nuove e la restante parte in quelle vecchie), evidenziando i toni speziati, pepati e floreali che definiscono il suo stile. Dalla metà degli anni ottanta è stata data inoltre particolare attenzione alle note di frutta matura, creando così un vino completo sia in carattere che in struttura.
Distribuito da: MEREGALLI GIUSEPPE s.r.l.
20052 Monza – Via Visconti, 43 Tel. (39) 039.2301980 Fax (39) 039.322313
www.meregalli.com meregalli@meregalli.it

 

schermata-2016-12-28-a-16-37-17BRUNELLO DI MONTALCINO D.O.C.G.
Il Castello di Velona, a Montalcino dall’XI secolo, intende proseguire la tradizione dei grandi vini dello splendido territorio Montalcinese, per portare intatta la natura di questo grande vitigno e del suo terroir agli appassionati di tutto il mondo. Il Brunello di Montalcino del Castello di Velona è un vino nato per durare nel tempo ed evolvere fino ad esaltare l’essenza più pura del Sangiovese, in un connubio di potenza ed eleganza, come si addice ad uno dei più celebrati vini di Toscana e del mondo.
Uvaggio: 100% Sangiovese selezione massale di antichi vigneti Ilcinesi
Posizione: Castelnuovo dell’Abate
Altitudine: da 300 a 250 m slm
Morfologia: collinare dolce
Esposizione a sud-ovest; sud-est
Terreno: Flysh argillo calcareo, arenaria calcarea, alberese.
Tessitura: Terreno di franco argilloso con elevata presenza di scheletro e calcare attivo
Forma di allevamento: cordone speronato unilaterale rivolto a valle
Densità: 7.800 ceppi per ettaro
Resa per ettaro: 50 quintali
Titolo alcolometrico: 14,5%
Vinificazione: fermentazione in tini troncoconici di acciaio a temperatura controllata (28°C)
Macerazione: dalle 2 alle 4 settimane, in base all’annata.
Fermentazione malolattica: svolta in legno.
Affinamento: 12 mesi in tonneaux di rovere francese, fatti costruire su indicazione
dell’enologo + 24-36 mesi in botti di rovere di Slavonia; il vino rimane almeno 12 mesi in
affinamento in bottiglia prima della commercializzazione.
Agronomo: Dott. Maurizio Saettini
Enologo: Dott. Maurizio Saettini
CASTELLO DI VELONA – Località Velona – 53024 Montalcino
Tel. +39 0577 839002 – Fax. +39 0577 846043
www.castellodivelonavini.it – winery@castellodivelona.it

 

condeCondé – D.O.C. Romagna Sangiovese Predappio Riserva 2011
In vigna: Dai nostri migliori “cru” selezioniamo le uve per il Riserva, 100% Sangiovese. La particolare composizione rocciosa del terreno, la buona esposizione e la bassa carica di gemme per ceppo permettono alle viti di produrre grappoli di dimensioni decisamente inferiori alla media del vitigno; gli acini sono piccoli, scuri e caratterizzati da una buccia spessa e croccante che conferisce a queste uve una straordinaria concentrazione e complessità aromatica.
In cantina: Le uve diraspate e pigiate fermentano in vasche di acciaio a temperatura controllata per 15-20 giorni, durante i quali le numerose lavorazioni della massa, rimontaggi e délestage, garantiscono una perfetta estrazione dei composti nobili dalle bucce. Dopo la svinatura, il 70% del vino nuovo completa la fermentazione malolattica in acciaio, successivamente si eleva in botti di rovere francese per 18 mesi, il restante 30% viene posto in barriques già alla svina e in queste svolge anche la fermentazione malolattica. A seguito dell’affinamento in acciaio, esso si completa in bottiglia prima della commercializzazione.
Il vino: Vino di colore rubino intenso dai riflessi violacei, tendente al granato con l’invecchiamento. Questo Sangiovese ha un frutto maturo e intenso, bocca balsamica di estrema persistenza vestita da tannini maturi di rara eleganza, evidente equilibrio acido, finale sapido con spiccata mineralità. Vino molto longevo che grazie alle sue caratteristiche uniche è perfetto interprete del nostro terroir.
Dati tecnici:
• Uvaggio: 100% Sangiovese
• Gradazione: 14%
• Altitudine vigneti: Da 200 a 300 m s.l.m.
• Terreno: Argilloso calcareo (ricco in rocce plioceniche chiamate “Spungone”)
• Sistema di allevamento: Cordone speronato
• Densità ceppi: + di 6000 ceppi per ha
• Produzione per ha: 50 qt
• Resa vino: 60%
• Epoca di vendemmia: da metà Settembre a metà Ottobre
• Fermentazione alcolica: In acciaio per 15-20 giorni
• Fermentazione malolattica: Interamente svolta 70% in acciaio e 30% in barriques
• Affinamento: 18 mesi in barriques di rovere francese, 12 mesi in acciaio più ulteriore affinamento in bottiglia
schermata-2016-12-28-a-16-46-56

TENUTA SAN GUIDO BOLGHERI – LIVORNO
LE DIFESE IGT Toscana
Tipologia: Vino rosso secco
Sottozona: Loc. Vecchio Frantoio – Bolgheri
Vitigno: Sangiovese 30%, Cabernet Sauvignon 70%
Colore: Rosso rubino di buona intensità
Profumo: Al naso il frutto si manifesta in maniera molto evidente ed alquanto complessa.
Intenso e persistente
Sapore: Di buona struttura, di grande accessibilità e piacevolezza. Corpo solido, finale discretamente persistente
Abbinamento: Carni rosse, pollame nobile, formaggi stagionati
Note: Affinamento in barriques di rovere francese; buona longevità. Le uve vengono prodotte in una vigna di proprietà dei conti Zileri di Bolgheri, cugini degli Incisa, confinante con i terreni della Tenuta San Guido. L’uvaggio è approssimativamente 80% Sangiovese e 20% Cabernet Sauvignon. L’uva viene vinificata in una
nuova cantina appositamente creata dalla Tenuta San Guido in località Vecchio Frantoio non lontano dal paese di Bolgheri.
Distribuito da: MEREGALLI GIUSEPPE s.r.l.
20052 Monza – Via Visconti, 43 Tel. (39) 039.2301980 Fax (39) 039.322313
www.meregalli.com meregalli@meregalli.it

 

schermata-2016-12-28-a-16-50-00LUIGI FIORINI
COLLI PESARESI DOC
SANGIOVESE RISERVA
Vitigno: 100% sangiovese ad acino grosso
Vinificazione: macerazione di circa 20 giorni in vinificatori verticali con sistema di follatura automatica
Maturazione: dai 30 ai 36 mesi in grandi botti di rovere francese da 25 hl ed affinamento per 12 mesi in bottiglia prima della commercializzazione.
 

 

 

 

schermata-2016-12-28-a-16-53-26

PODERE BOSCARELLI
CERVOGNANO DI MONTEPULCIANO – SIENA
VINO NOBILE DI
MONTEPULCIANO DOCG
ZONA PRODUTTIVA: Cervognano
VITIGNO: 85% Sangiovese Prugnolo Gentile, 15% Colorino, Canaiolo e Mammolo
Il Vino Nobile è prodotto con uve selezionate in vigneti di almeno 10 anni di età, principalmente impiantati sui terreni rossi, sabbiosi e minerali, che conferiscono al vino tanto carattere e un ottimo potenziale di invecchiamento.
VINIFICAZIONE: Le uve, raccolte manualmente e trasportate in cassette, dopo la diraspatura e la pigiatura soffice vengono poste a fermentare utilizzando lieviti autoctoni, in tini di rovere o di acciaio riempiti a non più di due terzi della loro capacità. La fermentazione dura circa 1 settimana a temperature controllate dai 28 ai 30 gradi. Vengono effettuati rimontaggi e follature manuali del cappello.
INVECCHIAMENTO: Il Nobile viene affinato in rovere di Allier e di Slavonia dove svolge anche la fermentazione malolattica. La maturazione varia dai 18 ai 24 mesi. Prima dell’imbottigliamento, se necessaria, viene effettuata una leggera filtrazione. Prima della commercializzazione il vino viene affinato in bottiglia per alcuni mesi.
NOTE: L’etichetta più rappresentativa della filosofia di lavoro Boscarelli. Dalla prima edizione nel 1968 ha sempre rappresentato circa la metà della produzione, e la sua composizione e invecchiamento sono rimasti sostanzialmente invariati. Alla base del Vino Nobile Boscarelli è rimasta l’idea di un vino che riesca a coniugare freschezza, eleganza, complessità e grande potenziale di invecchiamento.
Distribuito da: MEREGALLI GIUSEPPE s.r.l.
20052 Monza – Via Visconti, 43 Tel. (39) 039.2301980 Fax (39) 039.322313
www.meregalli.com meregalli@meregalli.it

 

schermata-2016-12-28-a-16-56-29F.LLI SPERI
PEDEMONTE (VALPOLICELLA) – VERONA
VALPOLICELLA CLASSICO SUPERIORE SANT’URBANO
APPASSIMENTO
TIPOLOGIA: Vino rosso secco
SOTTOZONA: Valpolicella – Proprietà Monte Sant’Urbano comune di Fumane
VITIGNO: Varietà autoctone della Valpolicella: Corvina Veronese 70%, Rondinella 25%, Corvinone e Molinara 5%
COLORE: Rosso rubino intenso
PROFUMO: Bouquet ampio e caratteristico, sentori speziati e di frutta rossa matura
SAPORE: Asciutto, ma allo stesso tempo morbido e vellutato
ABBINAMENTO: Delizioso compagno di piatti di carne rossa e formaggi stagionati, vino molto versatile, si sposa con tutte le carni rosse, alla griglia, alla cacciagione, ai brasati e agli arrosti.
NOTE: La vinificazione viene effettuata nel mese di novembre dopo lieve appassimento in casse.
Si svolge secondo il sistema tradizionale in rosso per 8 giorni a contatto delle bucce con rimontaggi giornalieri. Invecchiamento di 24 mesi in fusti di rovere d’ Allier nuovi e 12 mesi in bottiglia. La privilegiata posizione collinare e la particolare composizione del terreno fanno del Monte Sant’Urbano uno dei più riconosciuti Cru della Valpolicella. E’ un vino deciso e dalla forte personalità che si presta all’invecchiamento.
Distribuito da: MEREGALLI GIUSEPPE s.r.l.
20052 Monza – Via Visconti, 43 Tel. (39) 039.2301980 Fax (39) 039.322313
www.meregalli.com meregalli@meregalli.it

Dani
Dani
About me

Daniela Guaiti, autrice instancabile di manuali di cucina, ha fatto della divulgazione gastronomica la sua missione nella vita. Ha scritto libri su quasi tutto quello che ha a che fare con il cibo: la cucina tradizionale italiana (18 volumi di Grande cucina Regionale) e quella etnica (Sushi, I sapori della cucina spagnola), la cucina d’autore (Le Carni, Sapori e profumi nella cucina di 12 grandi chef) e quella dietetica, senza dimenticare i prodotti tipici (1000 sapori da gustare nella vita), il vino (I grandi libri del vino) e la birra. Tantissimi libri, con diversi editori, da Gribaudo a Giunti, da De’ Vecchi a Rizzoli, ma anche giornali: prima La Cucina del Corriere della Sera, e adesso La Cucina Italiana. Perché oltre al cibo, nella sua testa c’è la scrittura. Si è laureata in Letteratura Greca alla Statale di Milano, ma subito ha capito che non ci sarebbe stata un’altra via possibile: tra la letteratura e le ricette ha sposato queste ultime, senza se e senza ma. Anzi, un ‘ma’ c’è: ma non prendiamoci troppo sul serio!

YOU MIGHT ALSO LIKE

Assaggi 30_11
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
November 30, 2018
panettone
Le dieci regole del perfetto panettone
October 08, 2018
Assaggi 06_07
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
July 06, 2018

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *