Roberto By

Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete


Gli Assaggi di questa settimana: salumi e additivi come salvare estetica, sapore e salute?; produttori di vino e comunicazione; razze di galline nostrane, numerose e da tutelare; l’insostenibile scortesia del no show al ristorante; nuovi dolci progetti vedono la luce, come una pop-up bakery itinerante. Buona lettura!

1 ) Salumi e additivi un binomio che per molti stride. Tra questioni di prevenzione di possibili malattie che ne giustificherebbero l’utilizzo, e volontà di donare alla carne un colore più “attraente”, tra uso sporadico e sistematico, il dibattito è aperto.

Un saggio francese sul tema può forse aiutarci a fare luce (Cochonneries, comment la charcuterie est devenue un poison di Guillaume Coudray)

Leggi l’articolo completo su Munchies

 

2 ) Uno dei temi maggiormente discussi sul vino è proprio quello di come fare comunicazione. Spesso quello del vino viene ritenuto un universo ermetico per il grande pubblico.

Oltre a giornalisti e divulgatori, anche i produttori comunicano e giocoforza parlano di vino parlando del proprio prodotto/azienda ma anche qui c’è ancora molto da lavorare per evitare eccessi, pare dirci questo articolo a proposito di una visita poco piacevole a una cantina.

Leggi l’articolo completo su Intravino

 

3 ) Quello della gallina è un universo di biodiversità che forse non ti aspetteresti. Da questa lettura razze quasi estinte, oggi tutelate, diverse tra loro e amanti di spazi ampi all’aperto. Astenersi allevamenti intensivi. Ma gli ostacoli per allevarle e commercializzarle non mancano.

Leggi l’articolo completo su Corriere Cucina

 

4 ) Mail o telefono, prenotazione, e poi finalmente l’agognata cena presso il ristorante gourmet che tanto si desiderava provare. Così si svolge il film a lieto fine del gourmet medio.

Esiste però un finale triste, sopratutto per il ristoratore, ma è sopratutto il cliente, che ne esce male: quello che prenota, non si presenta e non si prende nemmeno la briga di disdire.

Il fenomeno è meno raro di quel che si possa pensare, colpisce sopratutto l’alta ristorazione e molti stanno correndo ai ripari.

Un po’ più di educazione e civiltà sarebbero le soluzione indolori, gratis e delle quali si gioverebbero tutti.

Leggi l’articolo completo su Repubblica Sapori

 

5 ) Lui pasticcere, lei giornalista, giovani, intraprendenti e uniti dalla passione per i lievitati. Ne è nato qualcosa di dolce e insolito: nella formula innanzitutto, si tratta di una pop-up bakery itinerante che ogni mese collaborerà per un giorno con locali diversi e insolito anche per la proposta, offrendo a un pubblico milanese e italiano lievitati insoliti scoperti all’estero e poco diffusi da noi o frutto della loro creatività.

Leggi l’articolo completo su Gambero Rosso

Roberto
Roberto
About me

Impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante "flâneur", almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare, alle arti visive, alla lirica e alla lettura dell'opera omnia di Balzac. Restando coi piedi per terra coltivo queste attività come passioni personali, quando posso, nel tempo libero. Scrivo di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore credo siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Water_Color_Art_Effect_20190415104322260
TOAST RICCO ALLA FRANCESE
April 15, 2019
toast vegetariano
TOAST VEGETARIANO CON PATE’ D’OLIVE
April 15, 2019
assaggi 08_03
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
March 08, 2019

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *