Roberto By

Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete


Si è svolta da pochi giorni a Bilbao l’edizione 2018 della The world’s 50 Best Restaurants e l’Italia è prima grazie a Massimo Bottura. Mediaticamente la notizia è rimbalzata anche sulla stampa nazionale di diversi paesi, oltre ai siti e alle testate di settore. Commenti, analisi, retroscena e anche qualche polemica non sono mancati. Tanto da poterne fare un numero monografico di assaggi, intitolabile The Best after 50 Best. Buona lettura!

1 ) Leonardo Romanelli ritiene probabile che oltre alla fama mediatica, un giorno, gli chef come Bottura con la sua filosofia di cucina, potrebbe addirittura aspirare a diventare oggetto di tema d’esame di maturità.

Leggi l’articolo completo su Intravino

 

2 ) L’uomo delle stelle presente alla serata della proclamazione della classifica l’ha vissuta come una sorta di happening gastrorock (il neologismo è nostro) in grado di calamitare chef ed energie da tutto il mondo. Evento globale, contrariamente alle classiche guide, anche le più blasonate, che fanno premiazioni nazionali.

Leggi l’articolo completo su So Wine So Food

 

3 ) Persino Le Monde se ne è occupato. Pur non avendo raggiunto la vetta, la Francia è presente sul podio con il Mirazur di Mauro Colagreco e vincitrice del premio di miglior pasticcere assegnato a Cedric Grolet. Interessante la annotazione che segnala 50Best come una classifica più in rosa rispetto ad altre guide o classifiche. Quest’anno premio miglior chef donna andato a Clare Smith.

Leggi l’articolo completo su Le Monde

 

4 ) Il clima più che euforico, l’attesa spasmodica, gli applausi via via più scroscianti man mano che le proclamazioni scalavano il podio, fino all’esplosione della sala per il numero 1 Bottura, definito ebbro di gioia sul palco. Uno spaccato del clima della serata visto da un sito francese.

Leggi l’articolo completo su Food&Sens

 

5 ) Se gli USA sono stati assenti dalla vetta che hanno occupato fino all’anno scorso, in compenso molto presenti sono state le critiche della stampa d’oltreoceano: sul sistema di voto, sulla reale rappresentatività mondiale della classifica. E nonostante qualche avanzamento rispetto alle passate edizioni è ancora ritenuta bassa la presenza femminile.

Leggi l’articolo completo su Dissapore

 

6 ) e 7 ) Lara Gilmore è la compagna di vita e lavorativa di Massimo Bottura; spazio sempre più ampio per lei in questa premiazione, e non solo.
Una donna che finalmente non sta più dietro ma almeno accanto a un grande uomo. Un ruolo attivo nella onlus FoodfourSoul che ha condotto ai Refettori e lei stessa parte attiva dei meriti che hanno portato Bottura in cima alla vetta. Prima un’intervista e poi un pezzo che delinea il suo profilo: visionaria, creativa e comunicativa. Il suo amore per l’arte contemporanea ha incontrato l’alta artigianalità della cucina del marito. Adesso lui è un grande collezionista e lei un’appassionata di tortellini.

Leggi l’articolo completo su LetteraDonna

Leggi l’articolo completo su marieclaire

 

8 ) Le classifiche con giudizi a volte divergenti portano persino i francesi a chiedersi se davvero il Mirazur, sul podio della 50 Best, sia il miglior ristorante della Costa Azzurra, nonostante le due stelle Michelin all’attivo.

Leggi l’articolo completo su Varmatin

Roberto
Roberto
About me

Impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante "flâneur", almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare, alle arti visive, alla lirica e alla lettura dell'opera omnia di Balzac. Restando coi piedi per terra coltivo queste attività come passioni personali, quando posso, nel tempo libero. Scrivo di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore credo siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Assaggi 12_01
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
January 12, 2018

2 Comments

rosa
Reply 29 giugno 2018

Mi piace la sintesi elegante cin cui centri il senso degli articoli

    Roberto
    Roberto
    Reply 29 giugno 2018

    Grazie!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *