Roberto By

Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete


Gli assaggi di questa settimana: le popolazioni e il tempo trascorso a tavola; antidoti librari alle bufale alimentari; 19 marzo 2018, auguri Maestro!; sedici errori ben riusciti in cucina; elogio della plastica? Quasi. Buona lettura!

1 ) Il vecchio adagio dice che a tavola non si invecchia mai, se fosse vero allora si spiegherebbe la longevità del popolo italiano, battuto solo dai francesi. Uno studio ha infatti misurato il tempo che le popolazioni trascorrono a tavola: noi e i cugini d’oltralpe in vetta alla classifica dei cultori del simposio.

Leggi l’articolo completo su Corriere Cucina

 

2 ) Antidoti librari alle bufale alimentari: è uscito di recente il libro di Marcello Ticca “Miraggi alimentari – 99 idee sbagliate su cosa e come mangiamo”. Non solo bufale contemporanee, anche alcune credenze popolari consolidate vengono scardinate; ad esempio gioiscano i fan del cioccolato, dal libro non emerge nessuna evidenza del legame di causa effetto tra cioccolato e brufoli.

Leggi l’articolo completo su Il Fatto Alimentare

 

3 ) Auguri Maestro! Il 19 marzo Gualtiero Marchesi avrebbe compiuto 88 anni. Con questo enciclopedico articolo Gambero Rosso rende omaggio al maestro della cucina italiana, attraverso le testimonianze di 17 cuochi che hanno lavorato al suo fianco. Eleganza, uomo di cultura, antesignano, guida, rigore, pulizia, coraggio di cambiare, energia, artista, identità della cucina italiana, umanità e severità, genio, sono le espressioni che ricorrono nei ricordi su Marchesi, come punti da unire per delinearne il profilo di uomo e di cuoco.

Leggi l’articolo completo su Gambero Rosso

 

4 ) A volte si dice che una delle abilità in cucina sia fare tesoro dei propri errori, andare avanti e sviluppare l’inventiva per rimediare. Tra cronache e leggende, molti piatti, consolidati poi come classici, nascono propri da incidenti di percorso: dalla leggenda del Gorgonzola dell’879 d.C. fino al Negroni sbagliato al Bar Basso di Milano negli anni 60 del XX secolo, una carrellata di…errori ben riusciti.

Leggi l’articolo completo su Agrodolce

 

5 ) Elogio della plastica? Non proprio, ma forse occorre vedere la plastica come sintomo e non causa di una malattia. Se fra trent’anni nei mari avremo più plastica che pesce la plastica rimane pur sempre il principale, e ad oggi economico, materiale di imballaggio per il cibo, utile protezione da agenti patogeni. E se il vero problema non fosse la plastica ma la produzione e il trasporto del cibo? O il modo stesso in cui scegliamo di consumarlo? Leggere il pezzo de ‘Il Post’ per credere, o almeno riflettere, su un vecchio problema da un nuovo punto di vista.

Leggi l’articolo completo su Il Post

Roberto
Roberto
About me

Impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante "flâneur", almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare, alle arti visive, alla lirica e alla lettura dell'opera omnia di Balzac. Restando coi piedi per terra coltivo queste attività come passioni personali, quando posso, nel tempo libero. Scrivo di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore credo siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove.

YOU MIGHT ALSO LIKE

assaggi 17_03
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
March 14, 2018
assaggi 23_02
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
February 22, 2018
Assaggi 19_01
Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete
January 19, 2018

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *