Roberto By

Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete


Gli assaggi di questa settimana: nuove ghiottonerie, le chips di medusa?; investimenti stranieri nel vino italiano e toscano; limitare i cellulari a tavola per essere più socievoli e meno social; Identità Golose e il fattore umano; Parabere Forum e il cibo nei luoghi urbani. Buona lettura!

1 ) Giochi di consistenze e nuove frontiere per il palato. Esiste qualcosa di più molliccio di una medusa e anche di più distante dall’idea di commestibilità? Forse no, ma preparatevi a ricredervi. Se pensavate che l’ultima frontiera del gusto fossero gli insetti, allora non avete ancora provato le chips di medusa

Leggi l’articolo completo su Repubblica Sapori

 

2 ) Non solo Borgogna e zona di Bordeaux sono meta di conquista per investimenti stranieri in ambito vinicolo. Oltre la popolarità mediatica di Sting, convertito al vino dall’assaggio di un Brunello, qui viene raccontata la storia del miliardario argentino Alejandro Bulgheron, che ha deciso di spostare almeno parte dei propri investimenti da un liquido all’altro, non più petrolio ma vino, toscano e bio. Ben 330 ettari di filari acquistati ma anche pezzi di storia, creando strutture ricettive che sviluppino ulteriormente il turismo enogastronomico.

Leggi l’articolo completo su Corriere Cucina

 

3 ) Essere social durante attività sociali come una cena in compagnia: per fare la prima delle due cose, consultando Instagram Facebook ecc, trascuriamo coloro che abbiamo fisicamente di fronte.
“Se siamo in compagnia di persone a cui vogliamo bene e usiamo i telefoni, finiamo per divertirci di meno.” Così uno studio americano: allora almeno egoisticamente, per divertici di più, mettiamo da parte gli smartphone a tavola, o almeno limitiamone l’uso.

Leggi l’articolo completo su Munchies Vice

 

4 ) Identità Golose Milano 2018 si è concluso e come ogni anno è stata una maratona densa di appuntamenti incalzanti e appassionanti, praticamente impossibile seguirli tutti.
Tema di questa edizione “il fattore umano”, letto e interpretato da tutti i relatori. Il fattore umano però è anche il fil rouge della manifestazione da sempre: si parla di ingredienti, tecniche, piatti e ristoranti ma poi in fondo tutti sono lì per incontrare loro, gli chef, in carne e ossa, il fattore umano è anche questo.

Leggi l’articolo completo su Dissapore

 

5 ) Parabere Forum è il congresso tutto al femminile che parla di cibo e lo fa affrontando temi importanti. Quest’anno si è parlato di produzione di cibo e spazi urbani: la città concentra sempre più persone che consumano cibo ma con sempre meno familiarità con l’origine e le modalità di produzione degli alimenti. Da qui la necessità di interrogarsi sulla reintroduzione di luoghi di produzione alimentare nel tessuto urbano, accompagnati in alcuni casi anche a progetti di sostegno al disagio psicofisico o che parlano di inclusione verso i rifugiati.

Leggi l’articolo completo su Repubblica Sapori

Roberto
Roberto
About me

Impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante "flâneur", almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare, alle arti visive, alla lirica e alla lettura dell'opera omnia di Balzac. Restando coi piedi per terra coltivo queste attività come passioni personali, quando posso, nel tempo libero. Scrivo di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore credo siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove.

YOU MIGHT ALSO LIKE

guida le soste
Le Soste 2017, la presentazione della guida e spunti di dibattito
July 14, 2017
aimo5
Quattro pasticceri e Il Luogo di Aimo e Nadia, un DOLCE LeGAME
March 09, 2017

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *