Anna By

L’arte e la farina


 

– Come cambia la comunicazione di marca di un’azienda che produce farine, grazie alla visione contemporanea e all’ispirazione mutuata dal design e dalla fotografia d’autore –

Design, arte, fotografia d’autore. Che cosa c’entrano con la farina e l’attività d’impresa?

Apparentemente nulla, in realtà moltissimo, se parliamo di Gianluca Pasini.

Poco più che quarant’anni, l’imprenditore è a capo di un’impresa di famiglia che vanta 80 anni di successi e tre generazioni succedutesi al timone di quella che è una delle aziende molitorie più all’avanguardia del nostro Paese.

Mutuando dalle espressioni artistiche i valori di attualità, massima precisione tecnica e attenzione al dettaglio, l’azienda diventa così una perfetta espressione dell’arte del saper fare italiano, tanto apprezzato all’estero e tanto celebrato in patria.

Produrre, per Molino Pasini, è una vera e propria espressione artistica, che si tramuta in farine apprezzatissime dai professionisti del settore e che hanno tra i fan più celebri personaggi come Luigi Biasetto e Davide Oldani.

E se sulla produzione non si fanno sconti alla qualità, l’arte e la ricerca di una strada diversa e inconsueta si affacciano anche al settore comunicazione dell’azienda: è sempre Gianluca a premere sull’acceleratore e a volere un cambio radicale del linguaggio di marca, con un restyling grafico e concettuale che sicuramente è un unicum nel panorama attuale delle aziende come la sua. E sul claim di famiglia, ‘L’arte della farina’, costruisce una nuova identità contemporanea.

Dalla scelta di una nuova palette colori, al logo semplificato e reso più iconico, da video emozionali in cui la farina è una modella e diviene vero e proprio soggetto artistico alla scelta di un atelier interno arredato con pezzi di design, la cifra stilistica è fortemente identitaria: questa farina è unica dentro e fuori e non si possono avere dubbi in merito, già a partire da come è ‘vestita’ e presentata.

L'atelier dove avvengono le dimostrazioni e gli workshop

L’atelier dove avvengono le dimostrazioni e gli workshop

Sui social network visione e strategia vanno a completare la comunicazione alternativa e legata al bello: il profilo Instagram è tra i più apprezzati del settore e su Facebook si dà spazio alle dirette e alla promozione dei tanti eventi organizzati in giro per l’Italia.

Sul contenuto, poi, non si discute: perché gli 80 anni sono serviti a migliorare e perseguire obiettivi sempre più ambiziosi, che non fanno sconti sulla qualità e sulle performance, il vero punto di forza dell’azienda.

Perché non esiste valore estetico che possa prescindere dal contenuto.

I nuovi pack di Molino Pasini

I nuovi pack di Molino Pasini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La campagna è firmata Vandersandestudio, Visual Working e Stefania Giorgi Photography.

Salva

Anna
Anna
About me

Anna Prandoni, giornalista e scrittrice, si occupa da oltre quindici anni di enogastronomia, con particolare attenzione alla storia dell’alimentazione e alla sua influenza sulla cultura e sulla società italiane. www.annaprandoni.it

YOU MIGHT ALSO LIKE

agugiaro
Pizza e farina protagoniste ai Molini Agugiaro
January 28, 2017
Andrea Carlo Lonati su instragram
La ‘stories’ infinita
February 22, 2017
tavola_spigolosa_ape
Chef, ristoranti e comunicazione
March 23, 2016

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *