Anna By

Il mio segreto venerdì sera


Il mio venerdì sera inizia con l’impasto dei biscotti, prosegue con la torta al cacao e pere e si conclude con la biga per il pane del giorno dopo.

Sì, capisco che non sia eccitante, ma è il mio modo di prendermi cura della famiglia, e di staccare dalla settimana appena trascorsa ed entrare a tutti gli effetti in modalità week end.

Iniziare la giornata del sabato con una fetta di torta morbida e golosa, sgranocchiare biscotti sempre diversi ma fatti in casa con il caffè e soprattutto avere un pane fragrante da sbocconcellare a pranzo sono soddisfazioni impagabili, condivise da un marito che mi vede sempre più di rado.

Se pensate che tutto questo sia troppo complicato, troppo lungo, troppo fuori dalla vostra portata, ecco: vi sbagliate!

Prendetevi il vostro tempo, poco!, e gustatevi ogni singolo momento di questo rito. Lasciate fluire l’energia che danno le cose fatte a mano. E pensate intensamente a tutta la meraviglia che queste coccole regaleranno domattina ai vostri cari.

Mangiare un boccone del pane preparato da voi vi riporterà in equilibrio perfetto, e vi darà una soddisfazione indescrivibile. Uno di quei piccoli momenti di felicità domestica che riempie l’aria di tenerezza.

Per prima cosa, impastiamo i biscotti:

Rompiamo un uovo in una ciotola capiente e aggiungiamo 200 g di farina 00 e 150 g di farina di mais fioretto (o qualunque altra farina che vi piaccia, integrale, farro, muesli, … a seconda di come volete i biscotti la mattina dopo!). Uniamo un pizzico di sale, 150 g di zucchero, 150 g di burro morbido e mescoliamo bene. Io uso una frusta elettrica, si fa prima e si monta meglio.

Pellicola e in frigorifero a rassodare.

Fase due, la torta al cacao:

Facilissima, anzi di più. In una ciotola capiente uniamo 320 g di farina 00, 30 g di cacao amaro in polvere, 250 ml di latte, 30 g di burro, mezza bustina di lievito, 170 g di zucchero. Taglia a cubetti una pera e mescola all’impasto. Versa tutto in una teglia da plum cake. Io ne uso una da 25 cm di lunghezza, coperta di carta forno (sia mai che la debba lavare, dopo!). In forno già caldo a 190 gradi per 45’.

Mentre la torta cuoce, possiamo dedicarci ai biscotti! Stendiamo la pasta preparata in una sfoglia di un cm di spessore e ritagliamo con le formine preferite. Oppure, per far prima, facciamo tanti salsicciotti lunghi e stretti e affettiamo come per fare gli gnocchi. Facile, no?

Inforniamo sopra o sotto la teglia della torta, per 18’ al massimo.

Fase tre, il pane:

Pensavate fosse la cosa più difficile? Ebbene no! Facciamo sciogliere 4 g di lievito di birra (quello a cubetti) in 300 ml di acqua tiepida (va bene dal rubinetto). Uniamo 300 g di farina 0 (qualsiasi farina ‘forte’), due cucchiaini da caffè di sale e mescoliamo con una forchetta. Copriamo con la pellicola e… basta. Per oggi col pane abbiamo finito.

Calcolando bene i tempi di cottura sforneremo entrambe le preparazioni dolci contemporaneamente!

Ancora una cosa da fare: avvolgere la torta in un torcione da cucina e mettere i biscotti a raffreddare su una gratella (sì, va beh, possono anche stare sulla teglia, non vi preoccupate!).

Il tempo di buttare tutto in lavastoviglie, spegnere e la luce, ed è ora di fare la nanna. Con la bella sensazione che domani sarà una giornata dolcissima.

Domattina, basterà porre su una teglia coperta dalla solita carta da forno poca farina, versare l’impasto del pane e coprirlo con altra farina (poca!). In forno a 200 gradi per 35 minuti.

Mentre cuoce, voi vi godete la colazione e un meraviglioso profumo di pane che avvolge la vostra felicità!

Anna
Anna
About me

Anna Prandoni, giornalista e scrittrice, si occupa da oltre quindici anni di enogastronomia, con particolare attenzione alla storia dell’alimentazione e alla sua influenza sulla cultura e sulla società italiane. www.annaprandoni.it

YOU MIGHT ALSO LIKE

Cheesecake alle nocciole
Cheesecake alle nocciole
June 13, 2018
Taralli
Taralli pugliesi
May 01, 2018
cestino pane
Il cestino del pane
February 08, 2018

2 Comments

Fabio Zago
Fabio
Reply 2 dicembre 2016

Un solo uovo ? Nessun liquido ?

anna
Reply 2 dicembre 2016

Se non ho il cacao per la torta posso sciogliere del cioccolato fondente? quanto?
Grazie

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *