Roberto By

Assaggi web: sempre più cibo, gli articoli degli altri in rete


Gli Assaggi di questa settimana: Roma Maker Faire 2018, innovazioni per il cibo; gli USA e il complesso rapporto con l’alimentazione; in Svezia apre il museo dei cibi disgustosi, e non è il caso di storcere il naso; tutto sulla produzione dei tappi in sughero Made in Portogallo; la storia di una donna chef e imprenditore, Barbara Settembrini. Buona lettura!

1 ) Il Festival dell’Innovazione e della creatività artigianale de futuro, giunto alla sesta edizione, quest’anno ha come sede Roma. Un padiglione dedicato al cibo e all’agricoltura, cercando di individuare l’evoluzione della tecnologia in cucina e le necessità alimentari dell’uomo di domani. Sostenibilità e lotta agli sprechi tra i temi che dovranno affrontare le future generazioni. Facili previsioni in fondo che già oggi tengono banco come emergenze non più procastinabili. Ma le innovazioni passano anche da trovate robotiche e divertenti, una su tutte? Il drone spaventapasseri.

Leggi l’articolo completo su Gambero Rosso

 

2 ) Alimentazione Made in USA, gioie e dolori. Tendenze salutistiche da una parte, grande affluenza nei fast food dall’altra. Un recente studio dice che poco meno della metà della popolazione dichiara di recarsi tutti i giorni in un luogo di ristorazione veloce, fosse anche solo per uno spuntino. Nell’articolo i dettagli dei numeri; istruzione e reddito non influenzano la tendenza che, come si potrebbe pensare, non diminuisce al crescere dei due fattori socio economici, al contrario, cresce. Sul finale dell’articolo un altro studio tiene conto invece della controtendenza di persone che cercano di limitare zuccheri e grassi. E il rapporto col cibo, nella frenetica contemporaneità figlia dell’abbondanza alimentare, si rivela più complesso che mai.

Leggi l’articolo completo su Il Fatto Alimentare

 

3 ) In Svezia apre il museo dei cibi disgustosi, proventienti da tutto il mondo e puntualmente esposti (per l’Italia ci sarà il casu marzu sardo). Quella che può sembrare solo una provocazione può invece essere spunto per capire meglio il gusto e la cultura, al mutare della seconda l’estrema variabilità del primo, che fa amare a qualcuno qualcosa che per qualcun’altro è ripugnante. Esercizi di relativismo palatale.

Leggi l’articolo completo su Agrodolce

 

4 ) Se affrontare di petto il mondo del vino, complesso e a volte percepito come inespugnabile, può intimorire, partiamo dalla bottiglia, anzi dal tappo, in sughero. Dalla storia della pianta al gesto di stappare una bottiglia, tutto ma proprio tutto sulla produzione dei tappi, durante la visita del più grande produttore, portoghese naturalmente. Dettagli tecnici ma anche tante curiosità in una lettura avvincente.

A partire ad esempio dal tentativo grazie a un naso elettronico di eliminare del tutto il sentore di tappo.

Leggi l’articolo completo su Intravino

 

5 ) Donna, chef e proprietaria del proprio ristorante nelle Marche (La Locanda Matteri di Sant’ Elpidio a mare, Fm). Barbara Settembrini è un esempio di entusiasmo, studio e professione che però spesso non bastano. Anche qualche sacrificio personale per garantire lo stipendio ai propri dipendenti.

Leggi l’articolo completo su Sala&Cucina

Roberto
Roberto
About me

Impiegato a tempo indeterminato, ma aspirante "flâneur", almeno nei sogni; un ozio creativo nel quale dedicarsi completamente alla buona tavola, al cucinare, alle arti visive, alla lirica e alla lettura dell'opera omnia di Balzac. Restando coi piedi per terra coltivo queste attività come passioni personali, quando posso, nel tempo libero. Scrivo di cibo perché amare qualcosa e voler comunicare questo amore credo siano una cosa sola, da gourmand aspirante gourmet, sempre pronto ad imparare cose nuove.

YOU MIGHT ALSO LIKE

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *